Archivio tag: Strutture Ricettive

Dove si va per Pasqua? Trivago ci svela qualche numero?

Trivago_blogI dati del rapporto di Trivago sui trend di Pasqua* parlano chiaro: è l’arte il principale fattore di scelta della meta delle vacanze pasquali in Italia. Infatti sul podio delle mete più cliccate troviamo le città d’arte per eccellenza del Belpaese: Roma, Venezia e Firenze. Pisa risulta essere la meta meno cara (con una spesa media di 90€); mentre la più cara è Venezia (con una spesa media di 212€), seguita da Sorrento (174€) e Firenze (154€).

Continua a leggere

Performance degli hotel. Abbiamo tutto sotto controllo?

Revenue_Manager_Blog

Da un recente workshop tenutosi ad Orlando – a cui hanno partecipato grandi compagnie mondiali del settore turistico, come Disney, SeaWord Park, IdeaS Revenue Solution, Delaware North, STR e Hard Rock International – è emerso un dato che fa riflettere: la generica carenza di Revenue Manager altamente qualificati.

Continua a leggere

IL MANAGEMENT TURISTICO NEL FUTURO – Azioni di successo per la gestione delle risorse

Appuntamento_blogIn collaborazione con il nostro CEO Paolo Gobbetti, è stato organizzato un momento di confronto e di apprendimento per gli imprenditori che vogliono spiccare nel settore turistico.Il relatore principale sarà Marco Merlino, Direttore commerciale OSM Value, che illustrerà i principali cambiamenti del mercato turistico, il modo migliore per reagire a questi ultimi restando competitivi, e come investire al meglio sulle proprie risorse.

Continua a leggere

Instagram in Hotel: come trasformarlo in un canale di vendita.

Instagram_Hotel_BlogI numeri di Instagram crescono di anno in anno: nel 2013 contava 90 milioni di utenti registrati, mentre alla chiusura del 2016 ne ha contati ben 600 milioni. Sempre nel 2016, ha generato circa il 9% dei ricavi in advertising di Facebook (che ha acquisito Instagram nel 2012) e si stima che nel 2017 questi raggiungeranno la quota del 14%. Numeri non da poco per il terzo social più usato nel mondo, dopo i due colossi Facebook e Youtube.

Continua a leggere